logo

I.C. "Lucio Fontana"

Largo Castelseprio, 9 – 00188 – ROMA

Una lettera per Navin è un progetto interculturale finanziato con il Piano triennale delle Arti (Ministero dell’Istruzione) e organizzato dalla nostra scuola insieme al MAXXI, Museo nazionale delle arti del XXI secolo, con cui ormai da molti anni esiste una bellissima collaborazione per far conoscere agli studenti l’arte contemporanea e il mondo che racconta.

Il progetto di quest’anno nasce in occasione della mostra Ciao da Roma dell’artista tailandese di origini indiane Navin Rawanchaikul, al MAXXI dal 10 marzo al 2 maggio 2021.

Navin nel 2018 ha trascorso a Roma e nel Lazio alcune settimane incontrando le comunità residenti bengalesi, pakistane e indiane. Ha raccolto le storie delle persone che hanno scelto di parlare con lui, le ragioni della loro migrazione, i ricordi della loro terra, le difficoltà e le sfide di ambientarsi in un nuovo Paese.

Il suo lavoro non parla solo della diaspora ma anche dell’identità ricca e composita che acquisiscono le persone migranti e i loro figli e del contributo culturale che ogni comunità migrante apporta al Paese in cui sceglie di trasferirsi.

Siamo profondamente convinti dell’importanza di costruire fin dagli anni della scuola la consapevolezza nei giovani del valore della multiculturalità e delle proprie radici, in una dinamica di scambio aperto e tollerante in un mondo globale sempre più connesso.

LINK alla pagina dedicata sul sito del MAXXI

MAGGIORI INFORMAZIONI SULLA COLLABORAZIONE CON IL MAXXI QUI

VIDEO del PROGETTO Una lettera per Navin

18 Giugno, 2021

Pubblicato in: In primo piano

In occasione dell’allestimento della collezione permanente dal titolo senzamargine. Passaggi nell’arte italiana a cavallo del millennio, l’Ufficio Educazione in collaborazione con quattro classi di scuola primaria e secondaria ha realizzato il progetto “Didascalie in Collezione”.

Il progetto, realizzato in modalità  online, è  nato in un contesto di riflessione e dialogo con docenti e dirigenti scolastici per leggere e interpretare insieme l’arte contemporanea.

Attraverso incontri di approfondimento di una selezione di opere e artisti, il MAXXI Educazione ha messo a disposizione di docenti e studenti materiali di studio e strumenti educativi pensati appositamente. Durante i laboratori di scrittura partecipata, bambini e ragazzi hanno redatto le didascalie delle opere stesse, creando una narrazione polifonica alternativa che si affianca a quella curatoriale, arricchendola. Un racconto composto dagli studenti per i loro coetanei, partendo dai contenuti delle opere e dai loro significati.

Le didascalie prodotte sono raccolte in una brochure che intende raccontare, attraverso la voce di coloro che l’hanno vissuta, l’esperienza del primo progetto dell’Ufficio Educazione realizzato interamente a distanza e mostrarne gli esiti.

Per la nostra scuola ha partecipato la classe 5A della primaria di Grottarossa che ha elaborato la didascalia dell’opera di Claudio Parmiggiani: congratulazioni a tutti gli alunni partecipanti e alle loro insegnanti!

LINK alla pagina dedicata sul sito del MAXXI

 

14 Giugno, 2021

Pubblicato in: In primo piano

#giochiamocilfuturo è il risultato di progetto cooperativo della scuola primaria nato dalla collaborazione tra le classi 1C, 1D, 3C, 4A, 4B di Castelseprio 9 e 3A di Grottarossa, a.s. 2020/21, nell’ambito della rete di scuole “Scuole in sinergia per l’innovazione”, finanziato con l’avviso pubblico del PNSD sulle Metodologie didattiche innovative.

Utilizzando la metodologia CBL – Challenge based learning, la classi hanno affrontato la sfida rappresentata dal 6° goal dell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile, realizzando una serie di giochi e attività sul tema dell’ACQUA e costruendo un apposito sito web navigabile QUI.

L’ Istituto Comprensivo Lucio Fontana è scuola capofila della Rete Scuole Green, per questo la partecipazione al progetto si è orientata sulle problematiche ambientali e l’impiego sostenibile delle risorse del nostro pianeta. E’ fondamentale, fin dalle prime classi della scuola primaria, rendere consapevoli gli studenti dell’importanza di uno sfruttamento responsabile delle risorse di cui disponiamo e in particolar modo di una risorsa preziosa quale l’acqua, indispensabile per la vita umana.

ll diritto umano all’acqua autorizza tutti, senza discriminazioni, ad avere fisicamente accesso, sicuro, accettabile, ad acqua potabile in quantità sufficiente per uso personale e domestico. L’acqua è un elemento fondamentale per la vita sulla Terra e una gestione poco appropriata delle risorse idriche rischia di compromettere gli equilibri ecologici e la qualità della vita di tutti. Fondamentale diventa allora il valore del gesto quotidiano, del piccolo accorgimento che tutti possiamo mettere in atto per diffondere una nuova cultura dell’acqua ma anche per passare dal “sapere” al “saper fare”, cioè al consumo responsabile dell’acqua, a livello sia individuale che collettivo.

4 Maggio, 2021

Pubblicato in: In primo piano

 

In considerazione del peggioramento della situazione epidemiologica è importante che tutti si attengano scrupolosamente alle indicazioni sanitarie sulle mascherine e sulla distanza interpersonale, anche fuori dall’ambiente scolastico.

Invitiamo pertanto tutti gli studenti, soprattutto quelli più grandi e più esposti ad occasioni di contagio, a fare attenzione affinché l’uso della mascherina, l’igiene delle mani e delle superfici e la rinuncia alle occasioni sociali caratterizzate da affollamento siano sempre rispettate, dentro la scuola e fuori, per tutto il tempo dell’emergenza.

RACCOMANDIAMO IN PARTICOLAR MODO DI EVITARE GLI ASSEMBRAMENTI NEGLI SPAZI ANTISTANTI GLI EDIFICI SCOLASTICI, in occasione dell’afflusso e del deflusso degli studenti.

11 Marzo, 2021

Pubblicato in: In primo piano

1 2 3 16