logo

I.C. "Lucio Fontana"

Largo Castelseprio, 9 – 00188 – ROMA

L’Istituto Comprensivo Lucio Fontana di Roma è stato riconosciuto quale sede accreditata ad accogliere i tirocinanti ai sensi del D.M. 93/2012 nei percorsi di laurea magistrale di Scienze della Formazione, per la scuola dell’Infanzia e per la scuola Primaria, e nei corsi destinati al conseguimento della specializzazione sul sostegno, per la scuola Primaria e per la scuola Secondaria I grado (nota USR LAZIO prot. 41210 del 04/12/2019).

Il Referente tirocini di Istituto è Anna Ferraiuolo: anna.ferraiuolo@icluciofontana.edu.it
rmic86400v@istruzione.it
tel. 06/33613557

Tirocinio N° Docenti Tutor Posti Disponibili Tirocinio Posti Residui Tirocinio

Infanzia (posto comune)

2 2 2

Primaria (posto comune)

6 6 6

Primaria (sostegno)

3 3 3

Sec. I grado (sostegno)

1 1 1

PIANO DI REALIZZAZIONE E DI SVOLGIMENTO DELLE ATTIVITÀ DI TIROCINIO

L’esperienza di tirocinio offre allo studente l’opportunità di sperimentare direttamente la realtà della scuola e delle classi, di provare lo spessore dei problemi che nel contesto scolastico si vivono e si affrontano quotidianamente, di cimentarsi, sotto la supervisione del tutor dei tirocinanti, con i casi reali e particolari per i quali occorre predisporre opportuni interventi.

Con l’attività di tirocinio si concretizza un processo di integrazione tra la formazione che si sta conseguendo nel corso di studi e l’acquisizione di competenze teoriche, metodologiche ed operative in direzione professionalizzante.

Durante le ore di TFA lo studente vede e osserva realtà e situazioni, comportamenti e dinamiche relazionali, sperimenta, sempre nell’interazione con il tutor, nuove strategie operative e sviluppa le proprie riflessioni sui luoghi dell’apprendimento situato, verificando in modo autentico le proprie capacità e disposizioni, individuando i propri limiti e potenzialità.

 

I VANTAGGI PER I DIVERSI ATTORI

  • Per il tirocinante rappresenta l’opportunità di conoscenza diretta della Scuola come ambiente educativo, formativo, relazionale e istituzionale.
  • Per gli insegnanti tutor costituisce una possibilità di spendere le proprie competenze professionali in un’ottica di riflessione condivisa sugli aspetti salienti dell’azione di insegnamento.
  • Per l’Università rappresenta un valido strumento per ridurre il divario tra teoria e prassi.
  • Per gli alunni delle classi in cui il tirocinante si trova ad operare è un’opportunità di interagire con diversi stili di insegnamento e di valorizzare nuove relazioni affettive.

 

PATTO FORMATIVO

Il Tutor deve:

  • rispettare quanto esplicitamente indicato nel Progetto di Tirocinio e correlarsi con il Tutor Coordinatore e con il Tutor Organizzatore
  • presentarsi in modo chiaro e coerente
  • essere un facilitatore dell’apprendimento fornendo valido supporto attraverso risorse, conoscenze ed esperienze
  • svolgere un’azione di guida, sostegno ed orientamento capace di stimolare atteggiamenti riflessivi
  • orientare verso una didattica innovativa
  • stimolare l’autovalutazione del tirocinante.

Il Tirocinante deve:

  • seguire le indicazioni del Tutor e degli altri insegnanti dell’Istituto ospitante e fare riferimento ad essi per qualsiasi esigenza
  • essere responsabile del proprio percorso formativo assumendo un atteggiamento propositivo
  • inserirsi nel contesto scolastico rispettando gli obblighi di riservatezza e tutela della privacy
  • rispettare i regolamenti della scuola e le norme in materia di igiene e sicurezza.

 

FINALITÀ DEL TIROCINIO

Il tirocinio è finalizzato alla costruzione di una professionalità docente che integri le competenze teoriche del sapere e quelle operative del saper fare e che, nel contempo, sia capace di rimodellarsi di fronte alla trasformazione della domanda di formazione.

 

OBIETTIVI

  • Conoscere la scuola dal punto di vista strutturale, organizzativo e legislativo in relazione alla dimensione collegiale e partecipata
  • Conoscere ed analizzare la documentazione didattica ed organizzativa: Curricolo d’Istituto per obiettivi di apprendimento, Curricolo verticale per competenze, PTOF, RAV, PdM, Regolamenti…
  • Osservare e gestire le diverse situazioni didattiche, con particolare attenzione ai percorsi didattici che favoriscono l’inclusione, al fine di sperimentare modalità di didattica inclusiva e strategie di facilitazione
  • Essere in grado di verificare e valutare il processo di insegnamento-apprendimento
  • Essere in grado di operare nell’ottica dell’innovazione e della flessibilità
  • Essere in grado di operare con le tecnologie disponibili per la didattica

 

ORGANIZZAZIONE

Il percorso di tirocinio prevede due livelli strettamente interrelati di attività: tirocinio diretto nell’istituzione scolastica, in rapporto con l’insegnante tutor, e indiretto, di riflessione sull’esperienza.

Sono previste due fasi:

  • una di carattere osservativo-riflessivo;
  • una di tipo collaborativo-operativo.

Nel primo stadio il tirocinante avrà modo di familiarizzare con l’ambiente, gli spazi e le attrezzature,  di conoscere l’organizzazione ed il funzionamento della scuola, di osservare in azione gli insegnanti. Nella seconda fase interverrà in classe, inizialmente in modo parzialmente attivo, ad esempio per coordinare lavori di gruppo e per integrare l’insegnante accogliente in un momento specifico della sua attività, poi  si cimenterà con compiti più complessi progettando e conducendo direttamente, con la guida e la supervisione del tutor,  una vera e propria articolazione  didattica complessa, da svolgere e da valutare a conclusione delle attività.

 

SPAZI

Le diverse sedi dell’IC Lucio Fontana dispongono di spazi interni ed esterni, diverse LIM e postazioni informatiche.

Alcuni locali attrezzati, con specifica destinazione d’uso, costituiscono ambienti per l’apprendimento attivo e cooperativo e offrono opportunità di svolgere attività laboratoriali, anche con l’impiego di tecnologie didattiche innovative.

Si citano al riguardo:  

  • atelier creativo “FABLabaro”
  • laboratorio attrezzato come “ambiente di apprendimento innovativo”
  • aula multimediale
  • biblioteche tradizionali
  • Biblioteca Scolastica Innovativa
  • laboratorio di scienze
  • laboratorio di informatica
  • sale teatro con proiettore
  • aula di musica
  • aula di arte
  • ampi cortili di pertinenza della scuola
  • campo polivalente
  • palestre

I diversi ambienti sono disponibili in una o più sedi dell’Istituto; alcuni di essi, come l’atelier creativo “FABLabaro”, la Biblioteca Scolastica Innovativa e l’ampio teatro della scuola secondaria, pur essendo ubicati presso la scuola secondaria di I grado, sono a disposizione di tutte le classi dell’Istituto, utilizzati con sistematicità in orario curricolare ed accessibili in orario extrascolastico.

 

Elenco Tutor Scuola dell´Infanzia Posto Comune

Catrambone Elisabetta
Severini Daniela 

Elenco Tutor Scuola Primaria Posto Comune

Amadori Cristina
Cera Tiziana
Flores Ignazia
Fontanella Clementina
Panariello Marcella
Stabile Flavia

Elenco Tutor Scuola Primaria Posto Sostegno

Ambrosone Rosaria
Ercole Barbara
Federici Simona

Elenco Tutor Scuola Secondaria I grado Posto Sostegno

Memmola Michele

 

 

Curriculum Vitae Docenti Tutor

Classe di Concorso Disciplina Docente Tutor CV